Close Search
Post image
accessori , cancelleria , materiale scolastico
19 Settembre 2022

Astuccio per la scuola: istruzioni per l’uso

L’inizio della scuola rappresenta per molti bambini e genitori un momento di ansia, curiosità ed entusiasmo. É ciò che  spesso accade quando ci accingiamo a vivere un nuovo inizio.  Molte famiglie si sono ritrovate alle prese con l’acquisto e l’organizzazione di tutto il materiale scolastico: zaino, diario e … last but non least l’astuccio!

Gli astucci di un tempo

Ti ricordi l’astuccio di legno, quello che faceva parte del bagaglio scolastico di qualsiasi alunno delle elementari insieme ai quaderni e al sussidiario? Quella piccola scatola con l’apertura scorrevole e tante scanalature interne per contenere penna lapis col cappuccio salva punta (non si diceva matita ma lapis), gomma da cancellare e i pennini,  quell in metallo, a foglia quelli per la scrittura usuale e a torre quelli per la “bella scrittura” la calligrafia. Poveri studenti alle prese con penna e calamaio, che spesso restavano vittime di macchie involontarie ma comunque indelebili. Sarà che io sono appassionata di calligrafia e della scrittura a mano, ma questa immagine suscita in me una sorta di nostalgia nonostante la mia generazione avesse già gli astucci di stoffa.

Dopo penna e calamaio, si è passati alla penna stilografica prima e alla penna biro poi: così anche l’astuccio di legno ha ceduto il posto all’astuccio in pelle o in plastica, di foggia a libro con chiusura e cerniere a lampo.

Le cartelle in cartone o in pelle sono stati sostituiti dagli zaini e sono progressivamente aumentati di peso tanto che si sono attrezzati con ruote, stile trolley. Ed ecco che si vedono orde di bambini tirare gli zaini come se, invece di andare a scuola, stessero andando in aeroporto.

L’astuccio per le scuole elementari

Soprattutto per i bambini che iniziano le elementari, la preparazione dell’astuccio di scuola è sicuramente quella che richiede un maggiore intervento da parte dei genitori, sia perché i figli sono ancora troppo piccoli per poterlo organizzare da soli, sia perché l’astuccio di scuola elementare è quello più completo di materiali scolastici di vario tipo.

Il primo consiglio è quello di cominciare fin da subito a coinvolgere il bambino nella scelta dei materiali e nella preparazione, così da responsabilizzarlo e renderlo partecipe.

In genere le scuole mettono a disposizione dei genitori, già prima dell’inizio, un elenco del materiale didattico da inserire nell’astuccio, ma è possibile prevedere cosa mettervi dentro, dato che le richieste sono più o meno sempre le stesse. Per la scuola elementare è comune che venga richiesto un astuccio a zip con tre scomparti: è il più pratico e funzionale per i più piccoli, in quanto è facile da aprire e gli oggetti all’interno sono bloccati da apposite elastici, che ne riducono la possibilità di smarrimento.

astuccio con cartoleria
L’astuccio a tre scomparti permette di trovare senza problemi la matita di cui si ha bisogno

Cosa si mette nell’astuccio? Ogni suo scomparto dovrà contenere al suo interno:

  • Un set di pennarelli colorati: almeno 12, affinché possano esserci almeno i colori base. Rispetto a quelli usati alla scuola materna, i pennarelli della scuola elementare sono di diametro più piccolo e devono avere la punta più fina, perché possono essere usati anche nei quaderni e per i compiti a casa;
  • Un set di matite colorate: le più utilizzate nella scuola elementare, per cui è importante sceglierle di buona qualità, in modo che siano resistenti e dal tratto deciso;
  • Un kit di materiale da scrittura: una penna biro blu e una rossa, solitamente viene richiesta quella cancellabile, una matita HB (ed eventualmente una 2B), un temperino (a volte viene richiesto quello con serbatoio che non obbliga i bambini ad alzarsi ogni volta che si renda necessario rifare la punta alle matite) e una gomma da cancellare, un righello sono la dotazione essenziale per andare a scuola preparati;
  • Infine vengono comunemente richiesti anche una forbice a punta tonda e una colla stick;
astuccio con cancelleria
Esistono anche astucci a bustina con un lato apribile dove riporre la cancelleria che si utilizza di più

È molto frequente che nel corso dell’anno i bambini perdano pennarelli, matite e altri oggetti, inoltre molto spesso capita che le matite colorate abbiano un utilizzo differenziato: vale quindi la pena prevedere sin da subito un kit di scorta da tenere a casa, così da integrare il materiale didattico nell’astuccio, via via che passano i mesi.

Alcune maestre chiedono ai genitori di abbinare all’astuccio a tre scomparti un astuccio a bustina dove mettere il materiale per la sola scrittura: penne, matite non colorate, gomma, temperino e righello. Per i bambini più piccoli vi consiglio quelli in plastica trasparente che permettono al bimbo di individuare facilmente dove si trova quello di cui hanno bisogno.

astuccio con cartoleria
Gli astucci trasparenti permettono di vedere cosa contengono e rendono più semplice la ricerca della matita di cui si ha bisogno

L’astuccio per le scuole medie

A livello scolastico, una delle tante differenze tra scuola media e scuola elementare consiste nell’introduzione di nuove materie di studio, che richiedono l’acquisto di oggetti mai usati finora. Come è facile intuire, la gran parte del nuovo materiale didattico riguarda materie tecniche ed artistiche, che richiedono anche altri oggetti come i raccoglitori ad anelli e i blocchi da disegno. L’astuccio della scuola media dovrà quindi continuare a contenere i materiali di scrittura, ma si dovranno sostituire le matite colorate e i pennarelli con altri accessori, come:

  • Squadra e riga;
  • Kit di evidenziatori;
  • Compasso;
  • Bianchetto.

L’astuccio per le scuole superiori

Una volta arrivati al periodo delle scuole superiori, le regole nella scelta del miglior astuccio cambiano. In questo caso l’astuccio non deve essere più funzionale e capiente, ma deve rispondere ad esigenze estetiche e di stile.

astuccio latta inizio scuola cancelleria
Per le scuole superiori, visto il poco materiale necessario, puoi utilizzare anche l’astuccio di latta

I ragazzi delle scuole superiori preferiscono acquistare seguendo principalmente la moda del momento, in genere piccoli e con un’unica zip per l’apertura. La quantità di oggetti che dovrà contenere si riduce notevolmente rispetto al passato, e varia a seconda del tipo di scuola che si sceglierà:

  • L’astuccio per l’istituto tecnico conterrà matite con mine, righelli, compasso e altri accessori specifici per le materie didattiche;
  • L’astuccio per il liceo invece avrà gli strumenti base, quindi penne, evidenziatori e matite, in aggiunta si può prevedere l’inserimento di un blocco post-it e di una calcolatrice piccola.

Personalizza il tuo astuccio

In commercio puoi trovare delle bustine di stoffa, solitamente color beige, che puoi personalizzare a tuo piacimento utilizzando dei colori acrilici.

astuccio personalizzato

Puoi personalizzarle scrivendo il tuo nome (o quello di tu* figli*) oppure indicando cosa conterrà.

astuccio personalizzato

Etichette con nome fai da te

Un ultimo crafter consiglio: vuoi o devi etichettare tutto il materiale scolastico da inserire nell’astuccio e non sa come fare?

Se non vuoi ricorrere alle etichette personalizzate adesive che puoi acquistare in molti siti di e-commerce o in cartoleria, ecco come realizzare delle etichette fai da te. Prendi del comune scotch di carta, definisci la grandezza della tua etichetta, scrivi il nome del bambino, ritaglia il tutto e il gioco è fatto! Potrai realizzare etichette con grandezze variabili: dalle più grandi per gomma e righello alle più piccole per il temperino.

Non ti resta che individuare l’astuccio che più fa al caso tuo per poi acquistare tutto il materiale necessario per affrontare i tanti mesi di scuola.

Spero che questo articolo ti sia stato utile e, anche se la scuola è già iniziata, ti faccio lo stesso il mio in bocca al lupo per questo nuovo anno scolastico!

ALTRI ARTICOLI DI CHIARA
Tableau de mariage in 3 step con un timbro Tableau de mariage in 3 step con un timbro
Carta, Scrap e colore Tableau de mariage in 3 step con un timbro
Guarda
Faux Calligraphy: tutto quello che c’è da sapere Faux Calligraphy: tutto quello che c’è da sapere
Carta, Scrap e colore Faux Calligraphy: tutto quello che c’è da...
Guarda
Tableau de mariage: tre consigli per fare la scelta giusta Tableau de mariage: tre consigli per fare la scelta giusta
Carta, Scrap e colore Tableau de mariage: tre consigli per fare la...
Guarda