Close Search
Post image
13 Dicembre 2023
News By
abilmente date primavera 2024

Come si crea la carta fatta a mano

Utilizziamo carta da centinaia e centinaia di anni, per i più svariati motivi, e spesso senza neanche capire l’importanza di questo supporto. Basti pensare che per molti secoli la diffusione della conoscenza e la comunicazione sono state rese possibili solamente grazie alla carta. Vediamo come si crea oggi la carta fatta a mano.

Fogli di carta artigianale MC Paper.
Fogli di carta artigianale MC Paper

Come si produce la carta artigianale?

Tutto ha inizio dalla cellulosa grezza, proprio come in una qualsiasi cartiera d’oggi. Ne esistono di diverse tipologie, da quella del cotone a quella dell’eucalipto, dalla canapa al lino e tante altre, ed ognuna di esse ha proprietà e punti di forza differenti. Da diverse tipologie di cellulosa si realizzano carte per i più svariati utilizzi: dall’arte alla tipografia, dalla rilegatura all’origami, e così via.

Carta fatta a mano MC Paper.
Carta fatta a mano MC Paper

La cellulosa grezza però non è pronta per diventare fin da subito carta, quindi viene immessa in un raffinatore che – senza entrare in discorsi noiosi di tecnica cartaria – non è altro che un grosso “frullatore” che, riducendo in poltiglia la cellulosa, fa sì che le fibre rafforzino i legami tra di esse. Nasce così l’impasto che viene aggiunto ad ulteriore acqua nella “tina”, ossia la vasca dove il cartaio mette le mani in pasta (questo modo di dire storicamente nasce proprio tra i cartai).

Raffinatore per carta artigianale.
Raffinatore per carta artigianale

A questo punto il cartaio immerge la forma da carta nell’impasto ed esegue i tradizionali movimenti in ogni direzione, così da far defluire l’acqua e rendere omogeneo il foglio. In questo momento non è ancora possibile toccare con mano la carta, in quanto l’acqua contenuta è ancora tantissima ed il foglio non ha consistenza. Quindi viene posto su dei feltri assorbenti. Una volta creata una pila intera di feltri e fogli, si passa alla pressatura in un torchio, il quale toglie la maggior parte d’acqua contenuta.

Pressatura carta fatta a mano.
Pressatura carta fatta a mano

Ora che possiamo toccare con mano i nostri fogli appena creati, andiamo ad appenderli in modo da favorire l’essiccatura. Nel nostro laboratorio a Toscolano, sul lago di Garda, nel giro di una notte o due la carta è già pronta per poi passare alla lisciatura. Questo perché da noi il clima è sempre mite, grazie alla presenza del lago; ecco perché abbiamo una tradizione cartaria così longeva. Se non hai ancora letto la nostra “Storia creativa” ti invito a farlo, clicca qui.

Essiccatura dei fogli di carta artigianale.
Essiccatura dei fogli di carta artigianale.

Che differenza c’è tra la carta fatta a mano e la carta riciclata fatta in casa?

Spesso utilizziamo il temine “carta fatta a mano” impropriamente, pensando subito che sia il frutto del riciclo di altra carta. In realtà, esistono due diverse tipologie di lavorazione artigianale della carta:

• la carta fatta a mano vera e propria, ossia quella che prevede l’utilizzo di fibre e cellulose, un ciclo di raffinazione e l’ottenimento di carte utilizzabili in vari settori e con differenti rese; ne è un esempio la nostra carta.

• la carta riciclata fatta a mano, che riprende il tradizionale metodo di formazione della carta partendo però da carte già esistenti, e quindi riciclandole semplicemente. Questa tipologia di lavorazione, viene spesso ricreata in casa, non richiedendo speciali strumentazioni ed avendo ottimi risultati creativi anche per chi vuole cimentarsi nell’arte cartaria.

Vuoi condividere questo articolo?

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com