Close Search
Post image

Pirografia: cos’è e come iniziare

Se ami il legno e il suo profumo non puoi non provare a decorarlo con la tecnica della pirografia.

Probabilmente avrai visto in qualche mercatino un artigiano che disegnava su un tagliere con una penna fumante. Bene, quella tecnica manuale si chiama proprio pirografia. In questo articolo ti spiego cos’è la pirografia e come iniziare a muovere i primi passi con il pirografo.

Cos’è la pirografia

La parola “pirografia” deriva dal greco antico e significa “scrittura col fuoco” (pyr=fuoco e grafo=scrivo). È una tecnica arcaica che sfrutta il calore di una punta incandescente per incidere e disegnare una superficie. In questo modo si possono decorare diversi materiali come il legno, il sughero e il cuoio.

Pirografia_su_legno

Pensa che una volta si usavano le punte in metallo, riscaldate sul fuoco, per marchiare le superfici. Immagina un artigiano che accendeva il fuoco, metteva sulla fiamma la sua punta di ferro per poi disegnare sul legno. Era una esecuzione davvero lenta dal momento che doveva continuamente scaldare il suo strumento sul rogo.

Oggi non c’è più bisogno di accendere un fuoco per decorare il legno perché questo passaggio è stato sostituito da uno strumento elettrico che si chiama pirografo. Il funzionamento è molto semplice: basta attaccare la presa dell’apparecchio alla corrente per avere un punta incandescente.

La diffusione di questi strumenti più evoluti e di alte prestazioni hanno innalzato la pirografia come una vera e propria tecnica artistica e decorativa.

Ora che ti ho spiegato cos’è la pirografia, vediamo insieme come iniziare.

Come iniziare a pirografare

Se ti ho incuriosita e vuoi provare a pirografare, hai bisogno innanzitutto di tre cose indispensabili:

  1. un pirografo
  2. un supporto da pirografare e…
  3. molta pazienza per fare pratica! La sfida per un principiante è proprio quella di riuscire a padroneggiare lo strumento tecnico. Come nella maggior parte delle arti manuali, i risultati migliori arrivano con l’esercizio nel tempo.

Pirografo professionale su legno

Se vuoi provare a cimentarti, ma hai paura di non essere abbastanza creativo, ti tranquillizzo dicendo che non serve essere un artista per iniziare, dal momento che puoi provare a ricalcare e pirografare dei disegni già pronti che trovi online.

Per avviarti, puoi pirografare il contorno di facili stencil e prendere confidenza con lo strumento. Ti assicuro che anche una piccola scritta pirografata su un bel tagliere di legno regala soddisfazioni. Se poi vorrai personalizzare un tagliere per regalarlo ad una persona speciale, farai sicuramente un figurone e sarà molto apprezzato. Con il tempo e la pratica potrai poi scegliere soggetti più complessi e dare libero sfogo alla tua creatività.

Il pirografo

Il pirografo è una penna che, collegata alla corrente elettrica, riscalda una punta metallica rendendola incandescente. Di fatto quindi è come impugnare un pennarello sulla cui sommità si possono cambiare le punte a seconda del tratto che vuoi ottenere.

Presta però attenzione al fatto che questo strumento raggiunge temperature superiori ai 200°C e che pirografare una tavola di legno significa proprio bruciare (in modo controllato) il legno, con il conseguente sviluppo di fumi. Ecco perché ti invito ad usare il pirografo in un ambiente areato e di non lasciarlo acceso e incustodito, soprattutto se hai in casa dei bambini. 

In commercio esistono diversi tipi di pirografi che si differenziano in base alle prestazioni, agli  accessori e, di conseguenza, anche al prezzo.

I pirografi più economici e diffusi sono quelli a modello saldatore. La maggior parte di questi non ha la possibilità di variare la temperatura per cui il tratto che si ottiene pirografando dipende dalla punta che scegli e dalla pressione che eserciti sul legno. Li trovi facilmente online (anche su Amazon) o in alcuni negozi del fai-da-te, costano qualche decina di euro e sono un’opzione valida se vuoi provare a pirografare dei semplici progetti. Nel kit, oltre alla penna pirografica, troverai anche un set di punte solide che si avvitano sulla penna e che si possono intercambiare tra loro.

Se sei un principiante e ti stai avvicinando a questo mondo decorativo per la prima volta, hai un budget limitato e il desiderio di personalizzare dei piccoli oggetti in legno, allora ti consiglio proprio un modello a saldatore.

Io per prima sono partita con un pirografo della Weller e, per i primi anni, ho lavorato anche su commissione con questo semplice strumento economico. Successivamente, quando ho sentito il desiderio di mettermi alla prova con soggetti più complessi, come i ritratti e paesaggi, sono passata ad un pirografo più professionale con le punte a filo e regolazione della temperatura.

Cosa pirografare

Il bello di questa tecnica decorativa è che la puoi utilizzare per decorare tanti oggetti diversi. La maggior parte degli artigiani la usa per ornare il legno ma la si può applicare anche su altri materiali come il cuoio, il sughero, le zucche e il cotone. Basta fare una ricerca su Pinterest per scoprire quanto è versatile!

Pirografo e legno

Spero di averti incuriosito e che vorrai sperimentare questa tecnica decorativa. Continua a leggermi su Be-A per nuovi spunti con il pirografo.

Per altri consigli di pirografia, trovi gli approfondimenti nel mio blog Annarte Pirografia.

Buona pirografia!

Vuoi condividere questo articolo?

ALTRI ARTICOLI DI ANNA
5 idee creative per Natale con il pirografo 5 idee creative per Natale con il pirografo
Decorazione 5 idee creative per Natale con il pirografo
Guarda
Ledro Land Art: quando il legno e la natura diventano opere d’arte Ledro Land Art: quando il legno e la natura diventano opere d’arte
Decorazione Ledro Land Art: quando il legno e la natura...
Guarda
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com